Dopo l'ufficializzazione di ieri, il neo direttore tecnico Enrico Falcinelli si presenta ai ragazzi e genitori del Centro Schiaffino rispondendo ad alcune domande del nostro ufficio stampa.

Cosa ti ha spinto a scegliere la proposta del Centro Schiaffino?
Ho accettato subito l’incarico senza pensarci molto perché conoscevo la serietà e la competenza della società anche se solo esternamente da addetto ai lavori. Ritengo sia una società ambiziosa che soprattutto negli ultimi anni sta lavorando molto bene e penso si possano raggiungere ottimi risultati e traguardi importanti

Raccontaci un po’ di te, delle tue esperienze in ambito calcistico?
Come calciatore ho fatto tutto il settore giovanile professionistico della Ternana facendo anche qualche apparizione con la prima squadra. Poi mi trasferisco a Milano per motivi lavorativi e inizio ad interessarmi alla formazione dei giovani calciatori, mi diplomo all’ ISEF e subito dopo inizio la carriera da mister. Ho avuto la fortuna di allenare nelle categorie dell’agonistica di alcune prestigiose società dilettantistica del Milanese tra cui Acc. Inter, Base, Caronnese, Bresso. Poi due anni fa mi hanno proposto di provare l’esperienza da direttore sportivo del Bresso Calcio, sono stati due anni molto belli dove ho imparato tanto e dove penso di aver dato un contributo importante

Quali sono gli obiettivi principali che ti sei proposto di raggiungere nella nostra società?
Cercherò di portare la mia esperienza aiutando i mister nella loro crescita, dividerò il lavoro con un'altra figura. Io sarà più sul campo mentre il direttore sportivo lavorerà più dietro le quinte. Mi entusiasma molto questo ruolo, cercherò di creare un team di tecnici importante, una squadra che dovrà cercare di parlare la stessa lingua cercando di coniugare gli aspetti sociali con quelli agonistici. Il mio obiettivo è quello di portare il maggior numero di ragazzi in prime squadre di categorie importanti e perché no nei professionisti. Un altro obiettivo a cui tengo e a cui tiene anche la società è quello di avere tutte le nostre squadre nei Regionali possibilmente d' Elite

Nonostante le difficoltà del momento stai già lavorando per la prossima stagione e quali sono le prime cose di cui ti dovrai occupare?
La situazione ovviamente è complicata e non è facile programmare una stagione in queste condizioni.
La prima cosa che ho iniziato a fare è quella di conoscere i tecnici già presenti in organico (attraverso il web). Il mio obiettivo è quello di dare continuità alle figure attuali, non sono venuto per rivoluzionare lo staff tecnico ma per cercare di dare una modalità di lavoro che possa aiutarli al meglio.
Il secondo compito a cui sto iniziando a mettere mano è quello delle rose, valuterò con l’aiuto dei mister i ragazzi che le compongono e cercherò insieme al DS, dove ci sono delle mancanze o dei ruoli scoperti, di rafforzarle. 

Grazie Enrico e benvenuto nella famiglia del Centro Schiaffino

Grazie a voi… non vedo l’ora di scendere in campo